Ma sono in un elegante e lussuoso hotel? O in una galleria d’arte contemporanea e design unica al mondo? E’ la prima domanda che ci si pone. Perchè, davvero, il Byblos Art Hotel è la perfetta fusione tra hospitality, design e arte contemporanea.

    Perfetta fusione tra hospitality, design e arte contemporanea

    In questo straordinario, originale e lussuoso hotel convive l’arte dell’accoglienza d’autore, l’originalità del design italiano e una grande esposizione d’arte contemporanea. La perfetta fusione tra hospitality, design e arte contemporanea.

    Artisti da tutto il mondo

    Oltre 150 opere di artisti provenienti da tutto il mondo fra cui Marina Abramovic, Vanessa Beecroft, Peter Halley, Demian Hirst, Anish Kapoor. Marc Quinn, Cindy Shermann,  Sol  LeWitt, Giulio   Paolini,   Patricia   Piccinini,   Arnaldo Pomodoro, Andy Warhol.

    Design d’eccellenza

    Non tralasciando i guru del design italiano e mondiale come: Gio Ponti, Eero Saarinen, di F.L. Wright, Aldo Rossi, Philippe Starck, Ron Arad, Gaetano Pesce, Anna Gili, Patricia Urquiola, Harrison & Gil, Marcel Wanders, Ettore Sottsass, Luca Sacchetti.

    Scenografie di forte impatto visivo

    In ogni spazio, in ogni angolo disponibile del prestigioso hotel,  spiccano oggetti, arredi ed opere d’arte straordinarie. Affascinanti scenografie in un perfetto equilibrio estetico per un’eccezionale hospitalily unica ed inimitabile.

    Opere create specificamente per l’hotel

    In un continuo work in progress di opere realizzate “site specific”.

    I proprietari

    Merito ineluttabile della famiglia Facchini proprietaria dell’hotel, nonchè del famoso fashion brand Byblos ma, sopratutto, grandi e appassionati collezionisti d’arte contemporanea.

    A pochi chilometri da Verona

    A loro il merito indiscusso di aver riportato agli splendori attuali l’antica villa veneziana del 1500, ormai in rovina, situata su un colle a Corrubbio, in Valpolicella, distante alcuni chilometri da Verona.

    Il grande architetto

    Artefice della felice ristrutturazione conservativa completa del corpo centrale, delle due torrioni, della chiesa e del parco di oltre ventimila metri quadrati, il grande architetto e designer Alessandro Mendini.

    Inaugurato nel 2005

    Il famoso architetto ha curato personalmente anche l’intero progetto d’interior design, restituendo agli amanti del “bien vivre” con l’inaugurazione ufficiale, nel 2005, il Byblos Art Hotel, affiliato, oggi, al prestigioso brand “Small Luxury Hotels of the World”.

    Ogni camera è differente

    58 camere votate all’arte e alla bellezza estetica, tutte differenti tra loro.

    L’immenso salone

    Quinte immutabili, come le  magnifiche opere presenti nel salone, fra cui il maestoso lampadario in vetro di Murano e, i corpi nudi di diafane bellezze dai capelli rossi, fotografate da Vanessa Beecroft.

    I manifesti di Byblos

    In una delle sale ristorante, le opere inedite di Mimmo Rotella, celebre per i suoi décollages,  raccontano la storia di Byblos con i brandelli dei manifesti pubblicitari del noto marchio di moda.

    Purchè sia arte

    Che sia arte contemporanea americana, con i capolavori di Peter Halley, la pittura metafisica di Giorgio De Chirico, la Minimal Art di Sol LeWitt o, la Pop Art di Andy Warhol, l’Art Hotel è un concentrato d’arte di inestimabile valore.

    la cucina creativa

    così come lo è la cucina creativa dello chef-artista Mattia Bianchi e della sua brigata, impegnata nel ristorante d’autore Amistà (1 Stella Michelin).

    400 etichette di vini famosi

    Un gioco avvincente che unisce materie prime selezionate con influenze, profumi e sapori internazionali. Un eccellente fine dining, associato perfettamente alle oltre 400 etichette di vini, della cantina a volta del quattrocento.

    La Spa

    Per finire in bellezza non può certo mancare l’Espace Byblos, l’attrezzata ed esclusiva spa in stile pompeiano che propone un’ampia scelta di trattamenti per il benessere psico-fisico.

    Oro a 24 carati

    Imperdibile il rituale all’oro 24 carati, abbinato a prodotti infusi, dona alla pelle un’eccezionale luminosità e giovinezza.

    Photo By Mauro Parmesani

     

     

     

    27 Gennaio 2022
    0 Facebook Twitter Google + Pinterest